Tipo di documento:
Immagini e carte geografiche
Autore/curatore:
Gio. Tomaso Borgonio ; Incisore: Gio. Maria Belgrano
 
Standard: [Borgonio, Giovanni Tomaso ] [Belgrano, Giovanni Maria]
Titolo:
Carta generale de Stati di Sua Altezza Reale
Data di pubblicazione:
1680
Tipo/numero di edizione:
Incisione
Luogo di pubblicazione:
Torino

Standard : [Torino]

Formato :
Carta murale intelata in 15 fogli, di mm. 447 x 650 ciascuno
Luogo di reperimento:
Collezione privata Torino, Biblioteca Reale
Soggetti:
Alpi occidentali - Carte geografiche - 1680

Indice:

Titolo lungo il lato superiore. A destra in alto, entro un ricco cartiglio decorato con stemmi e leoni, iscrizione dedicatoria: “A Madama Reale Maria Giovanna Battista di Savoia […] Humil.mo Fedel.mo et Obed.mo Serv.re e Suddito Gio. Tomaso Borgonio”. Nel foglio 7 titolo: “Descrittione De Stati di Sua Altezza Reale Tanto di qua, che di là da Monti” con un testo che occupa interamente i fogli 10 e 13. A destra in basso, entro il margine: “Gio. Maria Belgrano sc. In Torino 1680”

Riassunto/commento:

Questa grande carta murale, conosciuta anche come “Carta di Madama Reale” per via dell’iscrizione dedicatoria, costituisce per il Piemonte il primo esempio di “cartografia statale”, in quanto commissionata al Borgonio dal sovrano Carlo Emanuele II, per avere una rappresentazione ufficiale, a stampa, del territorio dello Stato sabaudo. A questa fondamentale opera cartografica, di grandissima fama, si ispirò tutta la cartografia “ufficiale” successiva per oltre un secolo, fino alle rielaborazioni realizzate da Dury (1765) e Stagnone (1772) dai quali viene citata nei cartigli come fonte. Il territorio delle Valli Valdesi, compreso nel foglio 11, è ricco di toponimi.

Rielaborazioni realizzate da Dury (1765)(cfr.) e Stagnone (1772)(cfr.)

Bibliografia: F. Barrera, Il Piemonte nella cartografia del Cinquecento e Seicento, n. 110-122 ; L. e G. Aliprandi, Le grandi Alpi (2005), v. 1, p. 100-107, n. 48.

Particolare del foglio 11