Tipo di documento:
Opera collettanea
Titolo:
Carta topografica degli Stati in Terraferma di S.M. il Re di Sardegna alla scala di 1. A 50.000 opera del Corpo Reale dello Stato Maggiore
Ente collettivo:

Corpo Reale dello Stato Maggiore Generale

Standard : [Corpo Reale dello Stato Maggiore Generale]

Data di pubblicazione:
[1852-1867]
Tipo/numero di edizione:
Litografia
Luogo di pubblicazione:
[Torino]

Standard : [Torino]

Editore/tipografo:
[Giovan Battista Maggi]

Standard: [Maggi, Giovan Battista]

Pagine:
91 fogli ripiegabili + 1 Quadro di Unione
Formato :
mm. 540 x 730 ca. i singoli fogli; 640 x 460 il Quadro di Unione
Soggetti:
Regno di Sardegna (1717-1861) - Carte geografiche - 1852-1867

Indice:

Su foglio 1, in basso a sinistra: "Cav.re Biasioli, Inc.re litog.fo a rilievo"; al centro: "J. Etienne-Gayet Scris."; a destra: "Richetti, dires". Su foglio 3: "Cenni sulla costruzione della carta" su due colonne di testo, e tabella "Posizione geografica ed altitudine dei principali punti trigonometrici".

Riassunto/commento:

Nota come "Carta dello Stato Maggiore" o anche "Carta Sarda", costituisce un documento cartografico fondamentale dell’epoca post napoleonica. Frutto di un intenso lavoro di misurazione e rilevazione del territorio piemontese, compiuto tra 1816 e 1830 dal Reale Corpo di Stato Maggiore Generale, appena istituito, ebbe una prima stesura, manoscritta e non pubblicata, in 113 fogli (scala 1:50.000).

Una riduzione in scala 1:250.000, in 6 fogli, fu stampata nel 1841 con il titolo "Carta degli Stati di sua Maestà Sarda in Terraferma", nota come "Carta Brambilla", della quale, nel 1846, venne pubblicata un'ulteriore riduzione in un unico foglio (1:500.000).

Revisioni e approfondimenti della carta portarono infine alla pubblicazione, tra 1852 e 1867, della nuova versione della "Carta topografica degli Stati in Terraferma di S.M. il Re di Sardegna" in 91 fogli (scala 1:50.000), che subì un'ulteriore revisione tra 1871 e 1874. Tale carta costituì la base delle successive carte dell’IGM (Istituto Geografico Militare) per la rappresentazione dello Stato unitario.

Nota: i fogli d'interesse per l'area delle Valli valdesi sono: f.51 "Fenestrelle", f.52 "Pinerolo", f.57 "Monviso", f.58 "Saluzzo" (cfr.)

Bibliografia: F. Barrera, Il Piemonte nella cartografia degli Stati Sardi tra Restaurazione e Unità d’Italia, n. 56-62 ; L. e G. Aliprandi, Le grandi Alpi ( 2005), v. 1, pp. 117-119.

Articolo dell'opera collettanea:
- [Carta topografica degli Stati in Terraferma di S.M. il Re di Sardegna alla scala di 1. A 50.000 opera del Corpo Reale dello Stato Maggiore]: Foglio 51 Fenestrelle
- [Carta topografica degli Stati in Terraferma di S.M. il Re di Sardegna alla scala di 1. A 50.000 opera del Corpo Reale dello Stato Maggiore]: Foglio 52 Pinerolo
- [Carta topografica degli Stati in Terraferma di S.M. il Re di Sardegna alla scala di 1. A 50.000 opera del Corpo Reale dello Stato Maggiore]: Foglio 57 Monviso

Quadro di Unione della carta in scala 1:100.000.